TOCCOMAGLIOCCO

Nell’estremo Sud Italia, lambita dalle acque del Mar Ionio e del Mar Tirreno sorge la Calabria, terra controversa in cui la bellezza della sua natura selvaggia e il grande patrimonio storico-culturale stridono con gli stereotipi dell’immaginario comune: una terra di nessuno, trascurata, dimenticata.

TOCCOMAGLIOCCO

22,90

Nell’estremo Sud Italia, lambita dalle acque del Mar Ionio e del Mar Tirreno sorge la Calabria, terra controversa in cui la bellezza della sua natura selvaggia e il grande patrimonio storico-culturale stridono con gli stereotipi dell’immaginario comune: una terra di nessuno, trascurata, dimenticata.

- +

22,90

- +

Informazioni aggiuntive

Cantina

Abbinamenti

Carne rossa in umido – Arrosti di carne – formaggi stagionati

Vitigni

Regione

Calabria

Gradazione

Agricoltura

Descrizione

Nell’estremo Sud Italia, lambita dalle acque del Mar Ionio e del Mar Tirreno sorge la Calabria, terra controversa in cui la bellezza della sua natura selvaggia e il grande patrimonio storico-culturale stridono con gli stereotipi dell’immaginario comune: una terra di nessuno, trascurata, dimenticata.
Ed è tra le meraviglie del Parco del Pollino, sulle pendici dell’Appennino, che si nasconde, ma non troppo, Dino Briglio.
Dino ricorda un po’ un Mangiafuoco dell’epoca moderna, l’aspetto burbero e scontroso è tradito da una personalità vulcanica, per le idee e il carisma con il quale intrattiene il pubblico dei suoi vini, dietro la cui spettacolarità si intravedono i fili che muovono l’intento.
Dino è un animo sensibile e attento, soprattutto agli aspetti etici del vino e nel nome della sua azienda, L’Acino, ne ritroviamo l’essenza.
Una realtà che si occupa di preservare pochi ettari di vigne vecchie, alcune ancora a piede franco, per produrre vini che siano una pura espressione di territorio, scontrandosi con un mondo che per anni ha incentrato la viticoltura sulla quantità piuttosto che sulla qualità.
Il “Toccomagliocco” è la trasposizione leale e sincera di uve Magliocco.
E’ un vino che ci racconta del luogo di origine con semplicità e schiettezza senza mai essere banale.
Il calice sprigiona aromi di macchia mediterranea, prugna e spezie, si riversa sul palato con decisione ma senza essere invadente, rendendo manifesto il calore del sole della terra di appartenenza.
Fermenta in acciaio in presenza di lieviti indigeni. Affina per dieci mesi in botti di rovere e tre anni in bottiglia.

Experiences around wine

Reset Password