TERRE SILVATE

La Distesa è una comunità rurale a Cupramontana dell’entroterra marchigiano dove alla coltivazione biologica della vite si affiancano anche olivi, seminativi, foraggio, bosco. Nel 2000 Corrado Dottori, decide, insieme alla compagna Valeria, di trasferirsi da Milano nella sua terra natale, e ri-avvia

TERRE SILVATE

11,80

La Distesa è una comunità rurale a Cupramontana dell’entroterra marchigiano dove alla coltivazione biologica della vite si affiancano anche olivi, seminativi, foraggio, bosco. Nel 2000 Corrado Dottori, decide, insieme alla compagna Valeria, di trasferirsi da Milano nella sua terra natale, e ri-avvia

- +

11,80

- +

Informazioni aggiuntive

Cantina

Abbinamenti

Pasta con verdure – pesce in umido – salumi – uova – torte salate – formaggi freschi – pizza

Vitigni

Regione

Marche

Gradazione

Agricoltura

Descrizione

La Distesa è una comunità rurale a Cupramontana dell’entroterra marchigiano dove alla coltivazione biologica della vite si affiancano anche olivi, seminativi, foraggio, bosco. Nel 2000 Corrado Dottori, decide, insieme alla compagna Valeria, di trasferirsi da Milano nella sua terra natale, e ri-avviare la produzione familiare attraverso un approccio genuino e rispettoso del territorio. I vini di Dottori sono lontani dai modelli internazionali, costruiti e creati per il semplice gusto di piacere, sono essenze territoriali, che raccontano la terra marchigiana in tutte le sue sfumature. Le viti, allevate secondo i principi biologici, sono radicate su terreni argillosi e calcare ricchi di vita, coltivati in totale assenza di chimica e fertilizzanti (soltanto con basse dosi di rame e zolfo). Una visione così sensibile in vigna si materializza anche in cantina, in cui non si interviene nelle diverse fasi di produzione, lasciando che i processi si verifichino spontaneamente.
Il Terre Silvate è il vino che più di ogni altro rappresenta La Distesa. Un vino che resta “popolare” senza essere davvero un vino base. Nasce da uve Verdicchio con un piccolo saldo di Trebbiano provenienti da tre vigne differenti con suoli ed esposizioni diversi, vendemmiate tra la fine di agosto e la fine di settembre. Viene vinificato in grandi vasche di cemento e sosta sulle fecce fini sino a Pasqua. Alla vista si presenta con veste gialla luminosa e vivace. Un naso gentilmente bucolico che restituisce note di fieno, fiori di campo, lime e mela verde, in quello che è a tutti gli effetti un profilo schietto ma di netta definizione. Il sorso è pericolosamente scorrevole e dinamico, mix perfetto tra polpa, acidità e vena salina. Profumo di mela verde, fiori freschi di campo, mandorle ed erba appena sfalciata. Al gusto rinfrescante e succoso, altamente sapido, elegante e persistente.

Experiences around wine

Reset Password