BIANCO VIOGNER

Non si può parlare di Cortona senza che la mente ci porti a desiderare di assaporare le note speziate di un Syrah. Ma non è sempre stato così. Storicamente a Cortona si conduceva una viticoltura puramente di sussistenza e i vini, alquanto mediocri, non si prestavano all’imbottigliamento. Trent’anni

BIANCO VIOGNER

11,90

Non si può parlare di Cortona senza che la mente ci porti a desiderare di assaporare le note speziate di un Syrah. Ma non è sempre stato così. Storicamente a Cortona si conduceva una viticoltura puramente di sussistenza e i vini, alquanto mediocri, non si prestavano all’imbottigliamento. Trent’anni

- +

11,90

- +

Informazioni aggiuntive

Cantina

Annata

Abbinamenti

Secondi di Pesce – primi di verdure – salumi – formaggi freschi

Vitigni

Regione

Toscana

Gradazione

Agricoltura

Descrizione

Non si può parlare di Cortona senza che la mente ci porti a desiderare di assaporare le note speziate di un Syrah. Ma non è sempre stato così. Storicamente a Cortona si conduceva una viticoltura puramente di sussistenza e i vini, alquanto mediocri, non si prestavano all’imbottigliamento. Trent’anni fa la rivoluzione, il cambio di rotta, quando la famiglia d’Alessandro dà inizio ad una fase di sperimentazione che porterà alla rinascita di Cortona come luogo di produzione vitivinicola d’eccellenza. Trebbiano e Gamay Perugino vengono sostituti con Syrah e Viognier seguendo il modello della Valle del Rodano settentrionale, con la quale Cortona presenta delle somiglianze dal punto di vista pedoclimàtico. La storia di Tenimenti d’Alessandro può essere interpretata come un romanzo di formazione. E’ arrivata fino ad oggi attraverso interpretazioni differenti e cambi generazionali senza però mai perdere la sua identità, cambiando pelle a seconda della personalità che la interpretava, fino ad arrivare a Filippo Calabresi, l’anima giovane che ha voluto dare una scossa e un cambiamento definitivi a Tenimenti d’Alessandro, avvicinando l’azienda ad un modo di produrre vino meno impattante. Filippo Calabresi è giovane, indomito, talmente indomito da rinunciare alla Cortona Doc pur di creare un vino conforme alle sue idee e alla sua filosofia. Così insieme ai famosi syrah prende una più delineata fisionomia il bianco a base di Viognier in purezza. Un vino ottenuto dai vigneti più giovani, dove facilità di beva, croccantezza, freschezza, fiori freschi ed imperiosa mineralità si bilanciano perfettamente con acidità e fragranza semi-aromatica; alla bocca è un piacevolissimo sbocciare mediterraneo di gelsomino, anice, finocchietto selvatico.

Experiences around wine

Reset Password